Salta al contenuto
Rss




Foto di mauro1968Santa Maria della Pieve o dell'Assunta, presso il cimitero, sorge a circa trecento metri dal paese, verso levante, sulla comunale per Montabone. Molto probabilmente sul luogo, in tempi remotissimi, sorgeva una Pieve sulle cui rovine fu edificato un "tempietto", sbagliando, fra l'altro, decisamente la data, che colloca nel 1779.

Nel complesso, però, rende omaggio all'edificio definendolo` ... il più vasto e forse il più sontuoso di tutti gli oratori pubblici della diocesi di Acqui". Una più approfondita ricerca fra i documenti storici dell'archivio comunale di Bistagno, mentre ci ha confermato la presenza sullo stesso luogo di una antichissima Pieve, ci consente di dare una data precisa alla fondazione del tempio, che ancor oggi, dopo i restauri fa bella mostra di se.

A pianta centrale, l'edificio ruota intorno a un tiburio ottagonale e presenta una delicata facciata a due ordini con solenne fastigio nella parte superiore e oculo dipinto. Le fondamenta, a quanto risulta da un "ordinato comunale", erano già gettate nel 1719. Secondo alcuni studiosi, alla fabbrica della chiesa lavorò il grande architetto barocco A.B. Vittone.

Le pievi furono fondate nei secoli immediatamente posteriori al decreto di Costantino, fra il 4° ed il 7° secolo, quasi tutte nei pressi di una via romana, non distanti dai Pagi, insediamenti romani che sorgevano attorno al Castrum delle legioni, sempre in località ubertose e piane.

E' probabile che la chiesa preesistente fosse una di quelle Pievi, cioè una chiesa per quella forma di agglomerato di cristiani che precedette e preludiò la parrocchia, con la precisa e specifica funzione limitativa dell' impartizione del battesimo ai neofiti.

La via Aemilia Scaura, come abbiamo visto nella prima parte, era vicinissima, un castrum romano fu certamente insediato nella zona, come testimoniano le locuzioni tardo medioevali di documenti episcopali, e nulla vieta di pensare che il sorgere di una antichissima Pieve nella nostra fertile zona fosse stata una realtà storica, anche se non è indicata nella Tavola PEUNTINGERIANA, che descrive il mondo ro­mano.

La ricchezza degli addobbi, l'abbondanza degli arredi sacri, la luminosità, il lindore, lo spazio, fanno di questa chiesa il numero due fra gli edifici sacri di Bistagno, dopo la parrocchiale.




Inizio Pagina Comune di BISTAGNO (AL) - Sito Ufficiale
Via Saracco, 31 - 15012 BISTAGNO (AL) - Italy
Tel. (+39)0144.79106 - Fax (+39)0144.79675
Codice Fiscale: 00469220065 - Partita IVA: 00469220065
EMail: comune@comune.bistagno.al.it
Posta Elettronica Certificata: comune@pec.comune.bistagno.al.it
Web: http://www.comune.bistagno.al.it


|